Piccola Scuola di Politica

diretta da Furio Cerutti, Dimitri D’Andrea e Sonia Lucarelli

La Scuola intende mettere a disposizione di chi è interessato, con particolare attenzione alle cittadine e ai cittadini più giovani, il sapere professionale di un gruppo di docenti universitari.
Non si tratta di ripetere in questa sede le lezioni accademiche, ma di affrontare le domande e le incertezze che tutte e tutti proviamo dinanzi agli sviluppi italiani, europei ed internazionali; vorremmo insomma avviare una conversazione che porti chiarimenti e confronti (compreso il civile scontro) e permetta a ciascuno di valutare meglio alternative e conseguenze. La Scuola non vuole neanche fornire un addestramento direttamente funzionale a carriere politiche o amministrative. Il suo scopo è sia l’aumento quantitativo e qualitativo del sapere relativo alla politica sia l’esercizio della discussione razionale su materie politiche.
 Il metodo di quelle che vogliono essere soprattutto conversazioni, fortemente interattive fra docenti e partecipanti, verrà adattato in corso d’opera alle esigenze emergenti. Le introduzioni verranno per lo più tenute da un docente e da una persona proveniente dalla pratica professionale.
La Scuola – originariamente creata da Furio Cerutti e Leonardo Morlino – non è legata ad alcun partito o movimento o personaggio politico, né ad alcuna ideologia, ma si muove nell’ambito della democrazia liberale e sociale delineato dalla Costituzione della Repubblica italiana e dai Trattati che reggono l’Unione europea. Vi verrà data voce alla pluralità d’interessi e di idee.
La Scuola (piscuopol@gmail.com; https://www.piccolascuoladipolitica.com – qui il modulo d’iscrizione) è gratuita, salvo un minimo contributo di €25 da versare al secondo incontro e necessario soprattutto per le spese di viaggio di docenti non provenienti dall’area fiorentina. Le iscrizioni (scadenza il 29 febbraio 2020) sono limitate a 30, su domanda degli interessati e selezione operata dai direttori. Possono venir ammessi studenti universitari o dell’ultimo anno dei licei così come cittadine/i di età ulteriore. Resta inteso che chi viene ammessa/o frequenterà regolarmente l’intero corso, salvo forza maggiore. Verranno rilasciati a richiesta attestati di partecipazione.

Furio Cerutti

Furio Cerutti è stato professore ordinario di Filosofia politica, Univ. di Firenze, ed è professore affiliato, Scuola superiore Sant’Anna, Pisa.

Furio Cerutti, già ordinario di Filosofia politica nell’Univ. di Firenze, è professore affiliato alla Scuola superiore S. Anna, Pisa. Per dieci anni ha fatto ricerca o insegnato in Germania e in America. E’ stato co-fondatore e in seguito presidente del Forum per i problemi della pace e della guerra, Firenze.

Ha scritto sugli aspetti filosofici e politici delle ‘sfide letali’ alla civiltà, soprattutto del riscaldamento globale (Sfide globali per il Leviatano, ed.it. 2010), e sui problemi dell’identità politica, con particolare attenzione a quella europea (The Search for a European Identity, curato con S. Lucarelli, Routledge: London 2008). Nel 2017 ha pubblicato un’introduzione complessiva alla filosofia politica (Conceptualizing Politics, Routledge).

Dimitri D’Andrea

Dimitri D’Andrea è professore ordinario di Filosofia politica nell’Univ. di Firenze

Dimitri D’Andrea è professore ordinario di Filosofia politica presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Firenze). Si è occupato di identità politica e di globalizzazione, di teoria della modernità, del rapporto fra antropologia e politica, di teoria delle immagini del mondo, di male politico e di crisi della democrazia. Fra le sue pubblicazioni Prometeo e Ulisse. Natura umana e ordine politico in Thomas Hobbes, Nuova Italia Scientifica, 1997 e L’incubo degli ultimi uomini. Etica e politica in Max Weber, Carocci 2005. Ha fra l’altro curato con Renata Badii Shoah, modernità e male politico, Mimesis, 2014, e con Carlo Trigilia Max Weber oggi. il Mulino, 2018. È membro del Senato Accademico dell’Università di Firenze ed è stato presidente del Forum per i problemi della pace e della guerra di Firenze.

Sonia Lucarelli

Sonia Lucarelli è professoressa associata di Relazioni internazionali nell’Univ. di Bologna.

Sonia Lucarelli è professoressa associata di Relazioni internazionali presso l’Università di Bologna e direttrice di ricerca del Forum per i problemi della pace e della guerra, Firenze. Ha coordinato numerosi progetti di ricerca internazionali finanziati dall’Unione Europea e dalla NATO. Tra le sue aree di competenza: politica estera e di sicurezza dell’UE; Nato e sicurezza europea; identità e politica estera; migrazioni e giustizia globale. Tra i suoi ultimi lavori: Cala il sipario sull’ordine liberale? Crisi di un sistema che ha cambiato il mondo (Vita e Pensiero 2020); The European Union, Security Governance and Collective Securitization, Special Issue of West European Politics, 42(2), 2019 (curata con J. Sperling e M. Webber). Scrive inoltre su diverse riviste scientifiche italiane e straniere.